Trivellazione e Manutenzione Pozzi

Trivellazioni a San Miniato

Nelle attuali tecniche di trivellazione di pozzi per acqua, vengono impiegati principalmente due sistemi di perforazione denominati “circolazione diretta” e “circolazione inversa”, riferendosi al senso del flusso dei fanghi di perforazione. Questi sistemi sono usati principalmente per la trivellazione di terreni alluvionali,sabbie, limi, argille, ghiaie 

    

operaio mentre lavora con macchinari

    

 Perforazione a Circolazione Diretta

Perforazione a Circolazione Diretta
Il metodo di perforazione a circolazione diretta è un sistema di scavo per pozzi di piccole e
medie dimensioni. Questo sistema consente di perforare tutti i tipi di terreno e raggiungere le profondità massime che le tecnologia della perforazione attualmente consente.

Generalmente usata per la realizzazione di pozzi di piccolo e medio diametro, questa tecnica consente di perforare senza l’uso di tubazioni di rivestimento provvisorie.
Il metodo a circolazione diretta avviene tramite il pompaggio del fluido di circolazione (fango a base di bentonite e/o polimeri) all'interno delle aste. Esso viene poi fatto risalire nell'intercapedine fra le aste e il foro, trascinando così in superficie il materiale perforato dallo scalpello.
Nel primo tratto dello scavo il tubo guida serve per contenere la tendenza allo smottamento.
La stabilità del foro è garantita dal carico idrostatico del fluido di perforazione e la sua viscosità che deve essere tale da consentire il trasporto in superficie del terreno perforato.
Per consentire l’asportazione efficace del materiale senza eccedere nella viscosità, la velocità di risalita del fluido non deve essere inferiore a 0,2 m/sec effettivi.
Il sistema di scavo utilizza la forza d’azione combinata del taglio risultante della combinazione tra la rotazione dell’utensile ed il peso che grava sullo stesso.
Il tiro massimo dell’impianto di perforazione deve essere almeno del 30% superiore al peso della batteria di aste.
Profondità ottimali: da 0 a 1000 m
Diametri ottimali: da 152 mm (6”) a 444 mm (17”1/2)
TERRENI
Questa tecnica è utilizzabile in modo efficace in tutti i tipi di terreno, sia alluvionale che di rocce sedimentarie o cristalline. Solo nelle formazioni che presentano importanti fessure o fratture, può essere necessario ricorrere a cementazioni o rivestimenti con tubazioni.

    

 Perforazione a Circolazione Inversa

Perforazione a Circolazione Inversa
Il metodo di perforazione a circolazione inversa è un sistema di scavo per pozzi di grandi dimensioni.
Questo sistema è generalmente utilizzato per la realizzazione di pozzi di grande diametro e consiste nel far risalire il fluido di perforazione insieme al materiale perforato all'interno della batteria di perforazione.
Nel primo tratto dello scavo il tubo guida serve per contenere la tendenza allo smottamento.
La stabilità del foro è garantita dal carico idrostatico del fluido di perforazione che, nel caso specifico, è costituito da acqua o fango leggero naturale. Se le condizioni lo richiedono, si può utilizzare fango bentonitico o a basi di polimeri.
Per consentire l’asportazione anche del materiale più grossolano, la velocità di risalita del fluido non deve essere inferiore a 2,5÷3 m/s.
Il sistema di scavo utilizza la rotazione dell’utensile ed il peso che grava sullo stesso.
Profondità ottimali: da 3 a 200 m
Diametri ottimali: da 400 a 1.000 mm
TERRENI
E’ preferibile utilizzare questa tecnica nella perforazione di terreni alluvionali sciolti. Questa tecnica si può applicare anche a quelle formazioni coerenti tipo arenarie, conglomerati, marne, anche se con
minore efficacia.

    

 Perforazione ad Aria Compressa

Perforazione ad Aria Compressa
Il metodo di perforazione ad aria compressa è un sistema di 
scavo per terreni coerenti e incoerenti.
Questa tecnologia può essere utilizzata quando non c'è la 
necessità di sostenere le pareti del perforo. In genere viene 
impiegata nella perforazione dei terreni coerenti, ma può anche
 essere impiegata nella perforazione di terreni incoerenti. 
In questo caso la funzione di sostegno delle pareti del perforo 
viene svolta da una tubazione di rivestimento. 
Per poter sollevare i detriti prodotti dall'utensile 
di perforazione, essendo l'aria compressa un fluido 
comprimibile e poco viscoso, deve vere una velocità molto elevata (non inferiore a 15 m/s lungo tutto il percorso di risalita dei detriti, con un valore ottimale di 20 m/s). Nella definizione della velocità di risalita si deve tenere conto della variazione di volume dell'aria legata alle sovrappressioni che si determinano nei vari punti del percorso di risalita dei detriti. Nel primo tratto dello scavo il tubo guida serve per contenere la tendenza allo smottamento, inoltre consente l’installazione di apparati di deviazione del flusso di aria e detriti, nonché del loro controllo.

Profondità ottimali:

da 0 a 400 m

Diametri ottimali: da 152 mm (6”) a 375 mm (14”3/4)

TERRENI
Molto efficace con terreni coerenti.
Con l’utilizzo del martello a fondo foro risulta particolarmente performante in terreni ad elevata resistenza alla compressione.
Nei terreni incoerenti è utilizzabile con tubazioni di rivestimento per accompagnare l’avanzamento dell’utensile.
Il limite di utilizzo delle singole tubazioni di rivestimento è determinato dalla somma degli attriti laterali che interessano le tubazioni stesse e dello sforzo di taglio degli utensili. 

    

Pompe sommerse

    

 Manutenzione di pozzi

La ditta Scardigli Leonardo Pozzi srl con sede a San Miniato, in provincia di Pisa, interviene per migliorare le prestazioni pozzi. I pozzi per acqua, infatti, con il tempo, possono perdere la loro completa efficienza presentando una riduzione di prestazioni (per esempio: abbassamento di livello acquifero o scarsa portata ecc). Per effetto della corrosione, inoltre, i tubi sono soggetti a fori e rotture con conseguenti trascinamenti di sabbia e detriti mentre le pompe sommerse e i vari impianti elettrici richiedono periodici e sistematici interventi di controllo e manutenzione per mantenere un buon funzionamento del pozzo. L'impresa agisce su pozzi, tubature e pompe sommerse grazie alla possibilità di operare in spazi ristretti in tutta sicurezza, senza scavare fossi né buche.

Manutenzione e rigenerazione dei pozzi per l’acqua.pdf 

    

Siamo a San Miniato, in provincia di Pisa, in Viale Guglielmo Marconi 18
Passa a trovarci!

Share by: